domenica 2 settembre 2012

Il Maialino addormentato nel bosco



Qualche anno fa scrissi un umile racconto…forse una favoletta…forse un apologo:
“IL MAIALINO ADDORMENTATO NEL BOSCO DEL GIUNCO”


C’era una volta nel lontano bosco del Giunco – popolato per lo più da alberi di Eucalipto e sentieri che rimembrano quelli del Gransasso e del Moncenisio – un dolce Maialino…


Toc Toc…Toc Toc…

[FATINA]: “Ohh…c’è forse il Maialino dietro la mia porta ??”

[MAIALINO]: “Si Signora Fatina.  Lei sa sempre tutto.  Grazie di avermi aperto…sono il Maialino addormentato nel bosco”


[FATINA]: “Certo…ti conosco bene.  Sei il Maialino che vive arroccato a ridosso della Canaletta sul promontorio del Giunchetto”

[FATINA]: “Cosa posso mai fare per te mio dolce Maialino…???”

[MAIALINO] : “Grazie signora Fatina.  Ho attraversato il bosco  al solo scopo di darle il mio Buongiorno!”


[FATINA] : “mmm…e bastaaa ? Non vuoi null’altro da me??…potrei farti un sacco di cose mmm…donarti felicità per tutta la giornata ad esempio…”


[MAIALINO]: “Si,  lo so signora Fatina..lei è famosa in tutto il bosco…anche per le sue labbra…”

[FATINA]: “In che senso famosa ????”

[MAIALINO]: “Nel senso che noi maialini abbiamo bisogno di affetto e sogniamo… sogniamo… sogniamo sempre di stare tra le sue braccia e….”


[FATINA]: “Ma insomma…Io posso esaudire un solo desiderio,  pensaci bene mio dolce Maialino e dimmi cosa vorresti !”


[MAIALINO]: “…mmm…”
[MAIALINO]: “…mmm…”
[MAIALINO]: “…mmm…vorrei…”
[MAIALINO]: “Vorrei che la mia Fatina si trasformasse in Maialina!”


[FATINA]: “Ohh dolce Maialino,  purtroppo hai scelto l’unica cosa che non posso darti!  Se diventassi maialina perderei tutti i miei poteri e sarei come te per sempre!”


[MAIALINO]: “E perché mia Fatina…non saresti contenta di trascorrere il resto della tua vita con me ?”


[FATINA]: “Vedi maialino,  la vita non è come ti appare in sogno,  c’è chi è destinato a ruspare nella terra e chi dalla terra trarrà il suo piacere…”



[IL LETTORE]: Il Silenzio.  Quella manciati di istanti che appaiono un’eternità…



[FATINA]: “Adesso vai Maialino bello, non posso soddisfare i tuoi bisogni onirici, ma , sappi che seppur celato dalla divisa che il mio ruolo mi impone, una parte del mio cuore ti custodirà indelebilmente… per sempre … e non fin quando tu avrai vita ma fin quando l’avrò io…e la mia non è cadenzata come la tua.”


[MAIALINO]: “NO!  NO!!  NO!!!   Non è vero mia Fatina!…se non vieni con me adesso…mi dimenticherai presto!! NO!  NO!!  NO!!!


[FATINA]: “Ti svelo un segreto Maialino mio adorato.  Tu sarai l’unico che non andrà mai via…il ricordo di te ci sarà sempre e sai il perché ?”


[FATINA]: “Perché l’unico Amore che Rimane dentro…che persiste alle intemperie temporali… è quello che non viene consumato…Perché la tua mente anche a distanza di anni si ritroverà nelle giornate di pioggia ad immaginare come sarebbe stato…


[IL LETTORE]: “A QUESTO PUNTO IL MAIALINO ADDORMENTATO NEL BOSCO DEL GIUNCO, DANDO LE SPALLE ALLA FATINA, SCODINZOLANDO FIERO E IGNARO DEGLI SGUARDI STUPITI ED INVIDIOSI DEGLI ALTRI ANIMALI DEL BOSCO RIPRENDE IL SENTIERO CHE LO RICONDURRA’ NELLA SUA DIMORA DELL’OLTRE CALIMERO…IGNORANDO CHE DA QUEL MOMENTO LA SUA VITA SAREBBE IN QUALCHE MODO DEFINITIVAMENTE CAMBIATA…AVEVA ACQUISITO RISPETTO ED IL RISPETTO NON GIUNGE MAI SENZA NEMICI…

[IL LETTORE]: “That’s ALL Folks!”


M.
(L’uomo dei difetti…)

Nessun commento:

Posta un commento

Dimmi cosa ne pensi!
Lascia il tuo commento, e ti risponderò al più presto!