mercoledì 5 settembre 2012

Un Cult - Carlito's Way (Al Pacino)



Saga de "IL PADRINO" a parte..."Carlito's Way" è il mio preferito, del quale ne fruirei con cadenza mensile - vita natural durante.
Due, tra le tante, sono le scene che rimarranno indelebili nella mia memoria.
1. Poco dopo l'inizio della pellicola, dopo aver scontato cinque anni di carcere, scende i gradini del tribunale e col fascino che a me è concesso solo sognare dice: "Grazie a Dio Onnipotente, sono libero finalmente!"
2. La scena finale quando Carlito Brigante si rende conto che la vita lo sta abbandonando...proprio adesso che aveva trovato l'Amore.
Questo monologo (da brivido) lo inserisco per intero; ne ne vale la pena.

"Mi dispiace ragazzi. Non basterebbero nemmeno tutti i punti del mondo per ricucirmi. È finita. È finita. Mi metteranno nel negozio di pompe funebri di Fernandez sulla 109esima strada. Ho sempre saputo che prima o poi sarei finito lì, però molto più tardi di quanto pensava un sacco di gente. L'ultimo.. dei Mohicani. Beh, forse non proprio l'ultimo. Gail sarà una brava mamma, un nuovo e migliore Carlito Brigante. Spero che li userà per andarsene, quei soldi: in questa città non c'è posto per una che ha il cuore grande come il suo. Mi dispiace, amore, ho fatto quello che potevo, davvero.. Non ti posso portare con me in questo viaggio... Me ne sto andando, lo sento. Ultimo giro di bevute, il bar sta chiudendo. Il sole se ne va. Dove andiamo per colazione? Non troppo lontano. Che nottata... Sono stanco, amore. Stanco..."

Nessun commento:

Posta un commento

Dimmi cosa ne pensi!
Lascia il tuo commento, e ti risponderò al più presto!